regg-logo

A partire dalla stagione 2007/2008, il Teatro si è dotato di Compagnia Stabile entrando così nel mondo delle produzioni. La compagnia è formata da attori provenienti prevalentemente da scuole professionali liguri e si prefigge la produzione di spettacoli in prosa da circuitare in tutta Italia.
La prima produzione ufficiale del Teatro Govi è dello scorso Dicembre 2007, precisamente a Natale, con il musical "Favolescion" di Quattrocchi & Cattivelli, due autori romani. Davanti a un pubblico di bambini entusiasti e di adulti decisamente partecipi (il botteghino ha sfiorato le 500 presenze) si è così presentata al pubblico la prima Compagnia Stabile della Valpolcevera.In eredità dalla precedente gestione, la Compagnia ha arricchito il panorama produttivo del primo anno di attività con l'applautitissimo lavoro di Francis Veber "La cena dei Cretini" e l'apprezzato capolavoro di Oscar Wilde "L'importanza di essere Ernesto", entrambi diretti da Antonio Biggio.

Nel 2008/2009 la Compagnia intraprende la prima tournèe nel Nord Italia con "La cena dei Cretini" e produce 2 spettacoli nuovi: "La strana Coppia" di Neil Simon, diretto da Antonio Biggio e "Di una castagna, la luna e di un viaggio"di Ivaldo Castellani per la regia di Martina Mileto.
Lo spettacolo di Neil Simon partirà poi per una tournèe che toccherà diverse città del Nord Italia.

Nella Stagione 2009/2010 la Compagnia si cimenta in un testo inedito sempre diretto da Biggio, "Il Carnevale degli Dèi" di Ludovica Radif, in collaborazione con la Facoltà di Lettere dell'Università di Genova. Produce inoltre per il ritorno alla regia di Ivaldo Castellani, "La Locandiera" di Carlo Goldoni, che vede come consulente musicale ed inizialmente attore il grande cantante Alberto Camerini, poi sostituito dal mimo Fabio Bonelli. Nella stessa stagione debutta anche Adriano Delucchi come regista, con il lavoro teatrale "La cala dell'Oro" di Etta Cascini tratto dall'omonimo romanzo di Emilio Carta.
 
 
La stagione 2010/2011 è caratterizzata da un'attività intensa: impegnata nelle riprese degli spettacoli passati, la Compagnia continua a produrre: a Novembre 2010, Adriano Delucchi dirige la sua seconda produzione, "Due Partite" di Cristina Comencini e successivamente Antonio Biggio porta in scena "Romeo e Giulietta" di William Shakespeare. In between, la collaborazione tra il "Govi" e il "Carlo Felice" porta in scena altre due produzioni: "L'arte e il profitto" di Elio Veniali e "I primi giorni di Maggio si partiva" di Ivaldo Castellani, andata in scena a Camogli per la celebrazione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.
 
 
Nella Stagione 2011/2012 la compagnia si confronta con la commedia di Jean Poiret "Il Vizietto" diretta da Biggio e nota al grande pubblico per la versione cinematografica del 1978.
 
 
La stagione 2012/2013 inizia con una commedia scritta da Ivaldo Castellani, "Sognando Beautiful", che racconta da un altro punto di vista le vita della famiglia Forrester della famosa soap. Altra produzione di questa stagione è un testo già portato in scena dalla compagnia "La strana Coppia" di Neil Simon, diretto questa volta da Ivaldo Castellani e in una versione tutta al femminile.
 
 
Con la stagione 2013/2014 la compagnia si confronta con un testo di Anita Loos: "Eppure gli uomini preferiscono le Bionde" e vede alla regia Franco Valenti e Luca Mevilli. Successivamente la compagnia porterà in scena "La Mandragola" di Niccolò Macchiavelli.
 
 
Nella Primavera del 2015, a 30 anni di distanza dalla morte di Eduardo de Filippo e a 60 anni dall’uscita del film di Mario Mattoli, la Compagnia ha deciso di portare in scena “Miseria e Nobiltà” di Eduardo Scarpetta, morto nel 1925. Alla regia Claudio De Martino.

Nella Stagione 2015/2016 la Compagnia ha portato in scena "Sotto a chi tocca" di Luigi Orengo in una versione alternativa a quella portata in scena da Gilberto Govi e "La sensale di matrimoni" di Thornton Wilder, diventata famosa al grande pubblico con la versione musical "Hello Dolly!".

 

Attualmente la Compagnia sta preparando "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello e "Il Tartufo" di Molière.

Newsletter

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, consulta la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Information